VIGNOLA, Rocca, ciliegie e Barozzi

Vignola, camminamenti

VIGNOLA

Vignola, La Rocca, entriamo nel Castello..

Vignola rocca
la rocca

La storia

La Rocca di #Vignola ebbe fin dai primi anni del 1400 funzioni militari. Nel 1401 Nicolò III d’Este la donò ad Uguccione Contrari che la trasformò in una sontuosa dimora signorile. Estinta questa dinastia subentrarono i Boncompagni nel 1577. Poi nel corso dell’800 vi hanno trovato sede le istituzioni politiche e sociali della Città: il Municipio, la Biblioteca, la Cassa di Risparmio di Vignola, che ne ha acquistato la proprietà. Dal 1998 la Fondazione di Vignola diventa proprietaria della Rocca.

Vignola, entriamo nella la rocca,  l’immagine stessa della città.

Vita di corte 

  • Al piano terreno si aprono le sale riservate alla rappresentanza,  adibite ai momenti pubblici ed ufficiali della vita di corte: banchetti, feste, musica, teatro.
    Il primo piano era, invece, dedicato al privato, agli appartamenti dei signori e dei loro ospiti.
    Al livello superiore vi sono le stanze utilizzate per gli alloggi della servitù e delle truppe di stanza alla Rocca, ma anche i locali di servizio, indispensabili in un edificio di tali dimensioni.
vignola rocca
ingresso alla rocca, loggia dell’antico mercato

Loggia dell’antico mercato

Il loggiato, costruito nel ‘500, ha ospitato i mercati delle castagne provenienti dall’Appennino, destinate alle città padane ed i bozzoli dei bachi da seta per l’industria serica bolognese. Sotto il porticato d’ingresso si trova una meridiana risalente al 1852. 

vignola meridiana
meridiana

Dalla corte interna si accede agli ambienti del pianterreno.

Il percorso di visita inizia dalla Rocchetta,  utilizzata come fortino; tra i cimeli conservati si può osservare un cannone ad avancarica del 1819 e due coppie di campane. Sono tre le sale splendidamente affrescate, dove si svolgeva la vita pubblica della corte feudale: Sala dei Leoni e dei Leopardi, Colombe ed Anelli
Vignola, rocchetta particolare del cannone
interno della rocchetta, cannone
Vignola, soffitto della Roccahetta
La rocca, particolare del soffitto e della lunga scala a pioli 

Il piano nobile

Un ampio scalone porta al loggiato superiore, il piano nobile. dove si trova la Cappella di Uguccione Contrari, con preziosi affreschi del 1400.
Vignola
Scalone
Vignola, la rocchetta
tondo in cotto raffigurante la Madonna con bambino
del piano nobile della Rocchetta
uno degli affreschi della Cappella dei Contrari
vignola, scala della rocchetta
Le scale che portano ai camminamenti di ronda sono ripide e strette e, arrivati alla fine, si rimane senza parole, sia per l’affanno che per lo stupore ..

Verso i camminamenti

Vignola, camminamenti
i camminamenti
Vignola
meravigliose geometrie
Si domina la valle dei ciliegi e consigliamo di visitarle la Rocca di Vignola in occasione della fioritura, per godere di uno spettacolo indimenticabile
Vignola, panorama
panorama 
Sono in corso interventi di ristrutturazione, ma la visita non è assolutamente compromessa. Meraviglioso il recupero effettuato, la manutenzione è perfetta e l’ingresso .. gratuito. Dal 1998 la Rocca è una proprietà della  Fondazione di Vignola. Informazioni

Di fronte alla Rocca si affaccia Palazzo Boncompagni Barozzi, realizzato su disegno di Jacopo Barozzi, detto il Vignola, che ospita all’interno una scala a chiocciola a struttura elicoidale autoportante, che purtroppo non era visitabile. Ritorneremo..  

Vignola Palazzo Barozzi

Come da tradizione ormai,  terminiamo il pomeriggio con un gelato… alla Gelateria EMOZIONE in Via Garibaldi (gelato squisito e gestori simpatici).. Consigliato! Stiamo pensando seriamente ad una classifica, che stileremo a fine estate…  (ciccia permettendo ..)

vignola

Poi come non fare una visita alla Pasticceria Gollini in centro storico, culla della famosa Torta BarozziIdeata alla fine del 1800, prodotta ancora oggi secondo la ricetta originale, segretissima.
 
Ultimo step: l’acquisto di ciliegie, le famosissime ciliegie di #Vignola.. marmellate a go go
 Per altre immagini puoi visitare la gallery

emilia Guerini

About emilia Guerini

Ciao, benvenuto su eminviaggio. Siamo una coppia sposata da 49 anni, quindi un pò maturi... Abbiamo in comune la passione per i viaggi e la fotografia e per questo nel 2017 abbiamo aperto eminviaggio, un blog che racconta le nostre esperienze e le nostre emozioni. Emozioni forti, che si possono provare anche a pochi passi da casa; vorremmo fare conoscere il territorio e le sue tradizioni. Non è una guida la nostra, non diamo indicazioni: in commercio ormai si trova quello che si vuole. Noi cercheremo di trasmettere le nostre sensazioni, che potrebbero essere d'aiuto a chi ha occhi curiosi come i nostri. Fotografie ce ne sono davvero tante e quasi sempre siamo costretti a metterle in gallery per non annoiare.. ma è la nostra passione.. Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *