Lago Calamone nella magia dell’autunno

di Emilia e Lindo
calamone

Lago Calamone nella magia dell’autunno

Il lago Calamone, detto anche del Ventasso, è di origine glaciale e si trova a 1400 m. di altitudine.
Alimentato da sorgenti naturali, è il più vasto lago naturale della provincia di Reggio Emilia. La sua superficie è di oltre trentamila metri quadrati, con profondità che sfiorano i dieci metri.

calamone

Una comoda passeggiata su strada sterrata porta ai piedi del Monte Ventasso e
lì ti aspetta un’oasi di pace, la meraviglia di un lago dove si specchiano i colori dei faggi, del cielo e delle montagne intorno.

Sulle sponde di questo lago vegeta una specie di Orchidea (Dactylorhiza Praetermissa) e durante l’anno è un’esplosione di colori di genziane, primule e crochi.

I faggi sono secolari, maestosi,  ti chiedono di fermarti ad ammirarli.
Chissà  quante storie potrebbero raccontarmi…
Nella bella stagione è facile incontrare i cavalli del Ventasso, mucche e vitelli che pascolano liberi. 

lago calamone

Si trova nel Parco Nazionale dell’Appennino tosco emiliano, una meta suggestiva fra le più belle dell’Appennino. Un luogo molto curato, con sentieri ben tenuti che lo costeggiano, arricchiti da numerose panchine e tavoli da pic nic.

panchina

Per chi non vuole mangiare al sacco c’è la possibilità di pranzare alla locanda Calamone, in riva al lago. Un menù ricco di piatti casalinghi e della tradizione allieterà la giornata.

ventasso

come arrivare

Il lago è facilmente raggiungibile da Ventasso Laghi, seguendo la strada forestale chiusa al traffico che sale lungo le pendici del monte. Una piacevole camminata di 15 minuti.

 

Lago Calamone quando andare

Se vuoi sfuggire dal caldo in piena estate troverai un piacevole refrigerio e non ti verrà più voglia di tornare in pianura.

In autunno, se ami i colori del foliage, troverai meravigliose sfumature, dal giallo, all’arancio, al marrone. Tutte queste sfumature si specchiano nell’acqua e vedrai il mondo a testa in giù..

lago

In primavera è un mare di colori.
Cielo blu, il verde tenero delle gemme che stanno sbocciando, tappeti di fiori nei prati. Uno spettacolo da non perdere la fioritura delle ninfee.

In inverno il lago perde un po’ di fascino, di solito è completamente ghiacciato e ricoperto di neve, ma è possibile godere ugualmente del paesaggio camminando tutt’intorno.
Con un adeguato abbigliamento è accessibile a tutti: bambini e nonni con  nipoti.

Se vuoi più informazioni puoi leggere qui

anche in precedenti articoli parliamo del meraviglioso Appennino tosco emiliano :

https://www.eminviaggio.it/via-dei-lombardi-a-sassalbo-autostrada-del-medioevo/  

https://www.eminviaggio.it/sassalbo-sullantica-via-del-sale/

 

Ti potrebbe interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali

* Utilizzando questo modulo, accetti l'archiviazione e la gestione dei dati da parte di questo sito Web.

Don`t copy text!
;