San Benedetto Po, un monastero sul fiume

san benedetto po interno del museo

San Benedetto Po, un monastero sul fiume

A pochi chilometri da Mantova, inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, si trova San Benedetto Po, in passato San Benedetto in Polirone.
Il monastero benedettino fu fondato su un’isola fra il fiume Po e il Lirone, nel 1007 da Tedaldo di Canossa, nonno della famosa Matilde.
La Contessa fu sepolta qui nel 1115 e in seguito traslata in Vaticano, nel mausoleo disegnato per lei dal Bernini nella Basilica di San Pietro.

San Benedetto Po: il Monastero era collegato alle abbazie di Cluny e Montecassino ed ha rivestito un ruolo religioso fondamentale, dominando per otto secoli la Pianura Padana.
Sopravvissuto agli anni, alle guerre e alle inondazioni San Benedetto Po è un’importante meta turistica.

Furono i monaci, con un duro lavoro, a bonificare e rendere coltivabili i terreni, deviando il fiume Secchia e facendolo confluire nel Po.

Tutto il paese lavorava le terre del monastero e i monaci tenevano per sé la metà dei prodotti, creando ricchezza al monastero. Era anche un centro culturale e artistico, con il suo  scriptorium creava libri miniati, quindi attirava visitatori illustri, come Martin Lutero.

san benedetto po una parte del complesso abbaziale
Una parte del complesso abbaziale
san benedetto po la chiesa abbaziale
La Chiesa abbaziale

All’interno della sua struttura si trovavano l’infermeria, la sartoria, la calzoleria e la cantina, quindi era autosufficiente. Comprendeva tre chiostri per  i monaci, i pellegrini e gli ospiti illustri di passaggio.

san benedetto po uno dei chiostri
uno dei chiostri

Il refettorio

I monaci pranzavano e cenavano nel refettorio, impreziosito dall’affresco dell’Ultima Cena di G. Bonsignori, incastonata nell’architettura dipinta dal giovane Correggio nel 1513.
Sotto il refettorio si possono visitare le cantine cinquecentesche, che ospitano una ricca collezione di carri agricoli reggiani.

san benedetto po le cantine del monastero
Le cantine del monastero
san benedetto po le cantine
Le cantine dove sono esposti i carri agricoli
san benedetto po particolare di un carro agricolo
splendido particolare di un carro agricolo

Chiesa Abbaziale

La chiesa è ricca di statue e la sagrestia, dove si trova il sarcofago in alabastro della tomba di Matilde di Canossa, che ora si trova in Vaticano. Ha splendidi armadi intagliati, disegnati da Giulio Romano. Dietro all’altare si trova un magnifico coro ligneo intarsiato.

san benedetto po coro ligneo nella cattedrale
un particolare del coro

Museo civico polironiano

Il museo è collocato nei piani superiori del complesso monastico e vi si accede salendo lo splendido scalone realizzato da  Giovan Battista Barberini nel 1674.

san benedetto po lo scalone che porta al museo
Lo scalone che porta al Museo

 

 

 

 

 

 

 

san benedetto po interno del museo
lo splendido interno del museo
san benedetto po la ricostruzione di un interno
la ricostruzione di un interno della sezione cultura e società rurale

 

san benedetto po museo il bucato
il momento del bucato, con un .. intruso

E’ uno dei musei etnografici più ricco d’Italia e ed ospita circa 13000 oggetti. Comprende diverse sezioni: cultura e società rurale, magia, religione popolare, leggende locali, sezione storica archeologica.

San Benedetto non è solo storia ed arte, siamo in provincia Mantova, perciò  l’offerta gastronomica è varia e ricca di gusto e sapori… 

 In photo gallery troverai altre immagini interessanti di scorci di San Benedetto e di oggetti di una volta, riscoperti nel Museo, nella sezione cultura e società rurale

 

emilia Guerini

About emilia Guerini

Ciao, benvenuto su eminviaggio. Siamo una coppia sposata da 49 anni, quindi un pò maturi... Abbiamo in comune la passione per i viaggi e la fotografia e per questo nel 2017 abbiamo aperto eminviaggio, un blog che racconta le nostre esperienze e le nostre emozioni. Emozioni forti, che si possono provare anche a pochi passi da casa; vorremmo fare conoscere il territorio e le sue tradizioni. Non è una guida la nostra, non diamo indicazioni: in commercio ormai si trova quello che si vuole. Noi cercheremo di trasmettere le nostre sensazioni, che potrebbero essere d'aiuto a chi ha occhi curiosi come i nostri. Fotografie ce ne sono davvero tante e quasi sempre siamo costretti a metterle in gallery per non annoiare.. ma è la nostra passione.. Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *